Hrvatski English Deutsch Italiano Magyar

kartica01.jpgLopar è la località turistica sull’isola di Rab (Isola d’Arbe) più distante dall’antica città di Rab (Arbe), il centro amministrativo dell’isola. Ha numerose spiagge di sabbia e baie incontaminate circondate dal mare cristallino.

Per raggiungere Lopar potete prendere il traghetto da Jablanac a Mišnjak. Per il tragitto ci vorranno circa 10 minuti. Un'altra possibilità, sempre più spesso scelta dai turisti a causa della vicinanza della città di Rijeka (Fiume) e l'aeroporto,  è quella di prendere il traghetto da Baška, sull'isola di Krk (Veglia) fino a Lopar. Questo tragitto dura circa 15 minuti.

La legenda di San Marino

I cittadini di Lopar vanno particolarmente fieri di San Marino, il tagliapietre, fondatore della repubblica di San Marino, nato proprio qui a Lopar nel IV secolo. In suo onore il complesso alberghiero porta il suo nome “San Marino”. Inoltre, la città di Rab (Arbe) e lo stato di San Marino, oggi mantengono rapporti speciali, in onore di Marino, che nell’antichità fondò sul monte Titano la Repubblica che porta il suo nome ancora oggi.

Le spiagge

plaza01.jpgCome abbiamo già detto, Lopar ha numerose splendide spiagge sabbiose. Ci sono addirittura 22 spiagge, di cui 3 sono riservate ai nudisti (Ciganka, Sahara e Stolac). Numerose piccole baie immerse nel mare caldo e il profumo della vegetazione mediterranea vi conquisteranno e vi spingeranno a ritornarci di nuovo…

La più grande e la più famosa spiaggia di Lopar "Rajska plaža"("La spiaggia del paradiso"), è lunga 1,5 km. Se desideriate oziare nel bassofondo del mare oppure sulla sabbia calda, qui scoprirete il vostro piccolo paradiso. A partire dal 2003 le spiagge  di Lopar hanno ottenuto la “bandiera blu”, il simbolo internazionale per la qualità dell’acqua e per la buona conservazione della natura e per la sicurezza dei turisti.

La storia

A Lopar, nella zona chiamata Zidine fu fondato un villaggio, che ha continuato ad esistere durante l’età della pietra, nell’età del rame, nell’età del bronzo, fino al IV secolo dopo Cristo, quando in questo luogo venne eretto il bastione militare dell’antica Grecia. Le macerie del bastione e i resti delle ere precedenti sono tutt’oggi testimonianze della ricca storia di questa località.

stmarino01.jpgIl capo Zidine, come anche tutta la zona settentrionale della penisola di Lopar è riserva naturale protetta. Grazie alle sue particolarità, alle caratteristiche geologiche e morfologiche, ed ai resti storici (i bastioni romani e greci, i villaggi che risalgano ai tempi prima di Cristo) Lopar attrae sempre più turisti che ammirano le sue bellezze naturali, e come se fossero nomadi moderni che riscoprono la storia dell’umanità. Dopo ogni forte tempesta, nel bassofondo delle piccole baie emergono resti di anfore, della terracotta e monete romane. Questa ricchezza si può trovare in poche altre località.

Le cose da vedere

A Lopar ci sono due chiese. La prima è la chiesa parrocchiale di Sv. Ivan Krstitelj (San Giovanni Battista), il patrono della parrocchia di Lopar, la quale è situata nel centro della località. Nei mesi estivi all’interno della chiesa si svolgono anche messe in lingue straniere, concerti dei gruppi corali dell’isola e di musica classica.

lopar02.jpgLa seconda chiesa è la chiesa della Blažena Djevica Marija (Beata Vergine) che risale al XIV secolo. È situata sulla collina, nella pineta vicino al porto per i traghetti. Viene spesso visitata da turisti e pellegrini. La peculiarità dell’arredo interno sono le bandane, che i marinai usavano regalare alla chiesa, dopo il loro ritorno da viaggi molto lunghi e pericolosi.

La chiesa festeggia la sua giornata l’8 di settembre, quando i fedeli di tutta l’isola, insieme ai numerosi turisti, fanno pellegrinaggio e festeggiano la nascita della Beata Vergine. Gli abitanti chiamano questa festività "Natività della Maria Vergine", (Mala Gospa). Durante questa giornata si svolge anche una grande festa popolare, con degli eventi sportivi e culturali.

La tradizione

Durante il vostro soggiorno a Lopar, potrete vedere l’esibizione dei tiratori con la balestra dell’isola di Rab (isola d’Arbe) che hanno rinnovato la tradizione del tiro con la balestra, entusiasmando i turisti e gli abitanti dell’isola.

vitezovi01.jpgI coraggiosi cavalieri organizzano il torneo più volte all’anno.Vengono accompagnati dalle loro dame, per cui ogni esibizione provoca entusiasmo tra il pubblico. A parte gli abitanti di San Marino, i cittadini di Rab sono gli unici in Europa che organizzano le giornate medievali (all’isola di Rab queste sono note con il nome della fiera di Rab), che sono diventate le manifestazioni storico - culturali di maggiore qualità in Croazia e non solo.

Sarebbe ingiusto non menzionare le particolarità del linguaggio e delle arie di Lopar. Le giovani generazioni dell’associazione culturale di San Marino cercando di conservarle in tutti i modi possibile di fare in modo che non vengano dimenticate per sempre. Le loro canzoni sulla melodia di mih (mantice - uno strumento a fiato tradizionale fatto con la pancia della capra) sicuramente attireranno la vostra attenzione.